Macelloni: regole da rivedere – Facciamolo subito!

Sul Tirreno del 30 Novembre leggiamo un bel titolo, il sindaco di Peccioli vuole rivedere le regole dello spandimento fanghi, la cosa ci interessa e andiamo a leggere nel dettaglio. Vedi articolo online.

Ci salta subito all’occhio un inganno semantico: i “fanghi” diventano miracolosamente “compost”. E’ una premessa che non fa ben sperare sul modo con cui il sindaco abbia intenzione di affrontare il problema, ma proviamo a non perderci d’animo e andare avanti con il nostro proposito.

tempo_di_agireIl sindaco si lamenta che “i comuni sono attualmente spettatori” per queste pratiche, dimenticandosi che non è vero, se vuole può raccogliere la nostra mozione per l’inserimento dell’attività di spandimento nel PGT. Questa cosa, che si può fare domani, allontanerebbe anche lo spandimento a 500 metri dalle nostre abitazioni e anche se non risolve definitivamente il problema è già un passo avanti importante. E’ completamente legale e nelle facoltà del comune. A meno che il sindaco non abbia ragioni a noi sconosciute per privilegiare deliberatamente l’attività di spandimento fanghi rispetto a tutte le altre attività economiche, non c’è altra ragione di continuare a fare “lo spettatore”.

Durante l’incontro del 24 Novembre “Dalla terra alla tavola – il ruolo dei comuni” il sindaco di Casciana Terme Lari, Mirko Terreni, anche se dopo mesi di riflessione, ha speso delle parole per prendere questa misura in seria considerazione e siamo contenti sia per i cittadini di questo comune sia per il Meetup locale che da più tempo di noi porta avanti questa proposta di buon senso.

dalla_terra_alla_tavola

Visto che Renzo Macelloni non era presente all’incontro, lo invitiamo a vedere il video dell’intervento di Alberto Zolezzi. Egli oltre ad essere una persona di grande competenza, parlamentare in commissione ambiente, già collabora con amministrazioni locali su questi argomenti e possiamo contare anche sulla sua disponibilità.

Ci fa piacere che il sindaco abbia iniziato una trattativa con la Regione per pretendere un ruolo dei comuni più attivo su quest’argomento, ci auguriamo che i comuni dell’Alta Valdera possano fare fronte comune, in modo da rafforzare il messaggio e portare a casa buoni risultati, anche se immaginiamo che questo impieghi del tempo.

tempo-di-agire2

Per recuperare l’immagine del territorio non basta fare propaganda, tra l’altro utilizzando una semantica impropria, i fatti recenti dimostrano che ormai queste cose non funzionano più, sono le azioni concrete che fanno la differenza. Esortiamo ancora una volta Renzo Macelloni a fare propria la nostra mozione e dimostrare con i fatti che non siamo più “spettatori”, ma questo territorio sta realmente reagendo.

Dalla Terra alla tavola – I Video

Qui di seguito i video degli interventi degli esponenti del M5S durante l’incontro “Dalla terra alla tavola, il ruolo dei comuni” tenuto a Perignano il 24 Novembre 2016. Per vedere tutti i video dell’evento visualizza il nostro canale You Tube. Buona visione!

Alberto Zolezzi (deputato M5S – commissione ambiente)

Andrea Quartini (consigliere regionale M5S)

E’ andata bene, possiamo davvero dirlo?

19687647 - stress man

Il Sindaco di Peccioli annuncia in conferenza stampa:

Abbiamo fatto un’indagine a tappeto per un totale di 7500 dati – ha spiegato il sindaco – Alla luce di questi elementi scientifici possiamo dire senza ombra di dubbio che la nostra terra è pulita. Questo è il più bel regalo di Natale per la nostra comunità“.

I risultati delle analisi riguardano 250 campioni di terreno prelevati nel territorio comunale sui quali sono stati ricercati 30 dati analitici, afferma il laboratorio pH che ha effettuato le analisi dietro incarico dall’Amministrazione di Peccioli: Continua a leggere

Riunione meetup

Venerdì 25 Novembre alle ore 21:30 ti aspettiamo al nostro consueto incontro settimanale. Ci troviamo al bar La Terrazza di Peccioli.riunione

Ti aspettiamo questa stasera.

vieni a vedere se c’è il tuo sindaco!

Caro cittadino, non perdere questa occasione, tutelare il nostro territorio non ne va solo della nostra salute e quella dei nostri figli, significa anche preservare una potenzialità economica che un giorno potrebbe essere una vera miniera d’oro.

banner

Oltre ai parlamentari Alberto Zolezzi e Chiara Gagnarli ed il consigliere in Regione Toscana Andrea Quartini, sono stati invitati ben 17 sindaci dell’area della Valdera, ci auguriamo che dimostrino sensibilità verso i temi della salute e del territorio.

Palaia – Marco Gherardini
Peccioli – Renzo Macelloni
Casciana Terme Lari – Mirko Terreni
Capannoli – Arianna Cecchini
Terricciola – Maria Antonietta Fais
Chianni – Giacomo Tarrini
Lajatico – Alessio Barbafieri
Crespina Lorenzana – Thomas D’Addona
Ponsacco – Francesca Brogi
Pontedera – Simone Millozzi
Calcinaia – Lucia Ciampi
Bientina – Corrado Guidi
Buti -Alessio Lari
Santa Maria a Monte – Ilaria Parella
Fauglia – Carlo Carli
Vicopisano – Juri Taglioli
Calci – Massimiliano Ghimenti

volantino-il-ruolo-dei-comuni-15x21

Seminano fanghi, serriamo i ranghi!

banner

In questi giorni sulla stampa locale abbiamo letto di una campagna “Liberi dai Fanghi”. Siamo rimasti sorpresi ed un po’ meravigliati dal fatto che alcune voci abbiano più risonanza di altre, perché, quando si tratta di diritti, crediamo fermamente che ciò che conti sia solo il bene comune.

La campagna sui fanghi da depurazione è già partita da mesi, gruppi di cittadini di Peccioli e Casciana Terme Lari si sono attivati da tempo per chiedere chiarezza alle proprie amministrazioni comunali. Presso il protocollo dei due Comuni è stata depositata rispettivamente ad Aprile 2016 a Casciana Terme Lari (protocollata) ed a Settembre 2016 a Peccioli (prot.n.7393/2016) una  mozione che chiede alle amministrazioni di impegnarsi: Continua a leggere

Gestione rifiuti Toscana – scattano le manette

I costi della corruzione nelle bollette dei cittadini

finanzaCosa succede nelle ATO riguardo la gestione dei rifiuti toscani? Per il momento il direttore generale dell’ATO SUD, Andrea Corti, finisce agli arresti domiciliari per turbativa d’asta e 3 professionisti sono stati interdetti dai pubblici uffici e sono state scoperte pure le mazzette, su La Stampa del 09 novembre 2016 si legge:

“«Questi sono i costi della corruzione, costi che finiscono nella bolletta dei cittadini». Il colonnello Adriano D’Elia lo ha detto a margine della conferenza stampa con la quale è stata illustrata l’operazione che ha portato oggi all’arresto per corruzione del direttore dell’Ato Toscana Sud. Nel mirino della guardia di Finanza l’appalto ventennale da 3,5 miliardi con cui nel 2013 venne assegnato l’intero ciclo dei rifiuti delle province di Arezzo, Siena e Grosseto.Continua a leggere

Riunione del gruppo

Come di consueto ci vediamo questa sera, Venerdì 11/11/2016 alla riunione aperta alla cittadinanza presso il bar La Terrazza di peccioli alle ore 21:30. Vi aspettiamo.