Negli ultimi mesi il parcheggio multipiano ha causato non poco lavoro al personale dei Vigili del Fuoco:

  •  Il 20 Febbraio è stata eseguita una verifica sulla struttura a seguito della quale i Vigili del Fuoco hanno redatto due verbali indicanti alcune prescrizioni.
  •  Domenica 18 Giugno 2017 un signore è rimasto chiuso nell’ascensore dalle ore 13:30 alle ore 15:00 circa, quando sono intervenuti i Vigili del Fuoco che lo hanno fatto uscire e transennato la cabina.
  •  Martedì 14 Luglio intorno alle ore 22:30 si è verificato un altro blocco dell’ascensore e sono intervenuti nuovamente i Vigili del fuoco per liberare le persone rimaste intrappolate all’interno e transennato nuovamente la cabina.
ascensore parcheggio multipiano peccioli
Ascensore chiuso dai VVFF il giorno 18 Giugno
Ascensore parcheggio multipiano peccioli
Ascensore chiuso dai VVFF la sera del 4 Luglio

L’ascensore è l’oggetto principale della promozione del progetto della passerella pedonale dell’Amministrazione che ne vanta i numerosi utilizzi da parte dei cittadini.
Sicuramente l’ascensore è un opera utile ed utilizzata, ma è possibile che causi così tanti problemi alle persone che rimangono bloccate in cabina e ai Vigili del Fuoco?

E’ possibile che nel “Comune Italiano più innovativo che c’è” (come recita il libretto-propaganda redatto dall’Università di Udine a seguito di un progetto di collaborazione che costa 150.000€ di soldi dei cittadini) non esista un piano di soccorso efficiente per il recupero dei passeggeri in caso di blocco della cabina e si debba ricorrere all’intervento dei Vigili del Fuoco?

Il Decreto Ministeriale N. 101 del 9 Marzo 2015 emana all’articolo 2 una serie di prescrizioni obbligatorie per gli ascensori ad uso pubblico che sono le seguenti:

a) il nominativo del responsabile dell’esercizio;
b) la proposta di regolamento di esercizio;
c) l’elenco del personale di sorveglianza e di primo soccorso nella gestione dell’impianto;
d) il manuale per l’uso e la manutenzione dell’impianto;
e) la relazione sul sistema di telesorveglianza (che deve collegata in modo permanente a una postazione nel caso che non sia prevista una “presenza” di sorveglianza);
f) il piano di soccorso per il recupero dei passeggeri da attivare in caso di immobilizzo della cabina.

Gli interventi ripetuti dei VVFF sembrano suggerire che il piano di soccorso previsto per l’ascensore del parcheggio multipiano non risponda alle reali necessità operative, se così fosse, esortiamo l’amministrazione comunale a porvi rimedio quanto prima.

Vorremmo inoltre conoscere dall’Amministrazione tutti i dettagli sugli adempimenti prescritti nel D.M.101 e se ha dato seguito ad azioni concrete in riferimento alle prescrizioni dei Vigili del Fuoco di effettuare verifiche strutturali da eseguire sul parcheggio multipiano, struttura che ospita l’ascensore in questione.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail