porta_futuro

Cosa è la Belvedere?

Come si legge sul sito della società stessa: “Belvedere S.p.A. è una società tra Comune di Peccioli e azionariato diffuso. Nata nel 1997 gestisce l’impianto di smaltimento rifiuti di Peccioli e l’impianto di cogenerazione per produzione di energia. Il core business è costituito oltre che dallo smaltimento, dalla produzione di energia da biomasse, solare ed eolica.

Come cittadini ci siamo interessati di questa società partecipata che rappresenta una voce di bilancio importante per il nostro Comune.

Abbiamo analizzato l’andamento dei bilanci degli ultimi sei anni e da tale analisi emergono i forti limiti del core business dell’azienda in cui la produzione di energia da biomasse, solare ed eolica rappresenta solo il 3% dei ricavi (bilancio 2014).

L’azienda negli ultimi cinque anni ha perso il 34% del fatturato, ha ridotto gli utuli del 50% e l’entrata per il nostro Comune è calata del 47%.

ricavi

utile

Il livello di indebitamento (circa dodici milioni di euro) è elevato in rapporto al giro d’affari dell’azienda ed è garantito anche da parte dei beni immobiliari della società agricola fondi rustici srl incorporata per fusione nella Belvedere spa nel 2010. L’indebitamento costa circa 500.000-600.000 €/anno di oneri finanziari

indebitamento

Non c’è da aspettarsi nemmeno un aiuto dalle partecipate di Belvedere, infatti registriamo negli ultimi 5 esercizi una media di circa 400.000 €/anno di perdite.

partecipate

Guardando l’andamento del mercato dei rifiuti solidi urbani, si vede chiaramente che è in discesa, dal 2010 al 2014 in provincia di Pisa è calato del 27%.

mercato

Questi i motivi della spasmodica ricerca di incrementare il conferimento di rifiuti da parte di un’Amministrazione che ha legato a doppio filo il bilancio comunale ad una lotta contro i mulini a vento: il buon senso, le norme, l’ambiente, la salute e le politiche future vanno verso la riduzione di rifiuti e l’Amministrazione che fa? Li rincorre.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail