l 31 Marzo la questione della passerella è stata portata in consiglio comunale. Nei giorni passati, così come in consiglio, sono state spese molte parole e la situazione sembra ormai ben delineata. La maggioranza è intenzionata a portare avanti la realizzazione di quest’opera nonostante un ampio dissenso che sembra regnare nella popolazione. Un dissenso che si sta manifestando anche nella frazione di Fabbrica, contro la realizzazione di un’altra opera definita inutile e dannosa da molti residenti. Vista la situazione attuale, ci sembra che il tempo per insistere con critiche o con eventuali proposte alternative sia scaduto e quindi eviteremo di farlo.

Cosa possono fare i cittadini?

  • Lo statuto comunale di Peccioli, agli articoli 30, 31, 32, 33, 34, 35 e 36 prevede la possibilità per la cittadinanza di richiedere un referendum.
  • Il regolamento per l’esercizio del diritto di partecipazione, approvato con delibera del Consiglio Comunale N. 25 del 29/09/2012, specifica che possono essere indetti referendum consultivi, propositivi ed abrogativi.
  • Per percorrere questa strada è necessario che i cittadini costituiscano un comitato promotore, propongano un quesito referendario e raccolgano un numero di firme almeno del 15% degli aventi diritto al voto, ovvero circa 600 firme. Quindi il referendum dovrà essere vinto e dovranno parteciparvi almeno la metà degli aventi diritto al voto.
  • Il comitato di cittadini non avrà nessun colore politico, ma solo l’interesse comune di far valere il diritto alla partecipazione dei cittadini in merito alla questione della passerella.
  • Il comitato promotore per il referendum sulla passerella potrebbe anche accordarsi col comitato di Fabbrica per proporre entrambi i referendum e quindi unire le forze per la successiva raccolta firme.

Quanto sopra è il nostro suggerimento e anche un incoraggiamento a tutti i cittadini che desiderano far valere il proprio diritto alla partecipazione. Dal momento che consideriamo che la partecipazione diretta dei cittadini sia la massima espressione della politica, sosterremo sicuramente tale percorso.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail