Sabato 11 Marzo sui principali quotidiani locali, cartacei e online, è uscito un comunicato stampa del sindaco di Peccioli che minimizza e schernisce la segnalazione di alcune anomalie al parcheggio multipiano e sembra sottovalutare quanto riscontrato dai VVFF.

Ora se desta perplessità l’atteggiamento di derisione di un’Amministrazione verso dei suoi cittadini che notando delle criticità manutentive in una struttura comunale e cercano, documentandosi e confrontandosi con chi è del settore, di capire l’entità di quanto osservato, al fine di indirizzare la propria Amministrazione ad una più oculata gestione del proprio patrimonio, suscita invece preoccupazione l’apparente superficialità  con la quale tale Amministrazione sembra affrontare quanto riscontrato dagli esperti del settore.

In particolare ricordiamo due passaggi di quanto affermato dal primo cittadino di Peccioli sulla stampa, da cui sembra si dia scarsa importanza a quanto è emerso dal sopralluogo dei VVFF:

…ma appena arrivati sul luogo non riuscivano ad individuare quale intervento avrebbero dovuto fare, in quanto tutto era regolare. I quattro vigili, a quel punto, nell’incertezza sul da farsi e in mancanza di situazioni di pericolo evidenti, hanno giustamente ritenuto, per non rischiare di commettere errori di sottovalutazioni, di chiamare l’ingegnere capo…

…il sopralluogo si è limitato a constatare che una canaletta a circa due metri di altezza che contiene dei fili interni era consumata e che quindi andava cambiata

Ma come è conciliabile quanto affermato dal Sindaco con quanto riportato sui verbali di intervento della squadra e del funzionario intervenuti? Di seguito uno stralcio dei due verbali:

Ci auguriamo che le raccomandazioni dei VVFF siano rispettate, sopratutto che siano  effettuati con “urgenza i lavori di sistemazione degli elementi già indicati attuando nel contempo anche approfondite verifiche con lo scopo di escludere con certezza che negli elementi del fabbricato aventi la stessa tipologia costruttiva, si possano verificare distacchi  di parti murarie e/o rivestimenti del tipo analogo” a quanto segnalato, ed esortiamo anche i gruppi di opposizione a pretendere che, dette verifiche, siano effettuate nel più breve tempo possibile da esperti di adeguata professionalità.

Continueremo a vigilare.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail