Purtroppo gli sversamenti illeciti non erano solo sospetti.

Abbiamo appreso dalla stampa le notizie dello scempio ambientale compiuto in Alta Valdera e sopratutto nel comune di Peccioli per lo sversamento di quantità ingenti di sostanze tossiche. I cittadini avevano ragione a segnalare una sospetta anomalia in queste attività ma queste lamentele sono state sottovalutate per anni da chi ha il dovere di tutelare la salute dei suoi cittadini. Il 3 Settembre 2015, da poco eletto nelle lista del Movimento 5 Stelle nel consiglio regionale, il medico Andrea Quartini se ne fa carico e segnala a tutte le autorità competenti questa problematica, il Sindaco di Montaione, in Consiglio Comunale, stigmatizzò la segnalazione di Quartini tacciandolo di procurato allarme.

Vedi l’articolo sul nostro Blog del 21 Settembre 2015 (Sospetti sversamenti di sostanze pericolose).

Leggi articolo odierno su Toscana 5 stelle.

La commissione antimafia si interesserà del caso

La nostra pressione, sopratutto quella dei nostri Consiglieri Regionali, ha fatto arrivare il caso fino a Roma ed apprendiamo che la commissione antimafia si interesserà del caso probabilmente già a partire da Novembre. Vogliamo che sia fatta luce su tutte le responsabilità e scoprire se esistono eventuali connessioni con ambienti mafiosi.

Vedi l’articolo sul sito del movimento 5 stelle camera.

Per vedere le zone autorizzate allo spandimento

Per i cittadini che si volessero informare direttamente sulle aree interessate a questo genere di attività potrà farlo direttamente dal sito dell’Arpat:

Vedi sito Arpat spandimento fanghi

Cosa fare adesso?

Ci auguriamo che l’amministrazione comunale reagisca con forza a questa sevizie perpetrata sul nostro territorio.

  1. Pretendendo che si apra un tavolo in Regione per far sì che i comuni acquisiscano sovrantià su questo genere di attività
  2. Costituirsi parte civile
  3. Nell’esercizio del suo potere pianificatorio disciplini l’utilizzo del territorio e determini le aree in cui tale attività può essere svolta.

Abbiamo fatto pervenire all’amministrazione una nostra proposta e vedremo se questa volta verrà accolta. Come già fatto in altre occasioni abbiamo protocollato indirizzandola ai consiglieri comunali sia di maggioranza che di minoranza una mozione redatta dai cittadini circa “LIMITAZIONI ALLO SPANDIMENTO FANGHI DI DEPURAZIONE IN AGRICOLTURA A TUTELA DELLA SALUTE E DELL’AMBIENTE“, come già applicate in altri comuni, auspicandoci che venga patrocinata e approvata in Consiglio Comunale.

Scarica la mozione protocollata in comune

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail